Impotenza erettile: cause emotive e rimedi


L’erezione parte prima di tutto dal cervello. Quando riceve stimoli eccitanti, il cervello manda il comando al pene di diventare duro.
Questo però avviene a patto che tu non abbia stati d’animo negativi; l’ansia e l’insicurezza creano nel cervello delle reazioni chimiche che riducono o limitano l’erezione. Sono come un cane che si morde la coda; hai paura di non riuscire ad avere un’erezione, così quando stai per iniziare un rapporto sei teso, agitato, come messo alla prova; dato che l’erezione parte prima di tutto dal cervello, questa insicurezza crea nel cervello delle reazioni chimiche che riducono o bloccano l’erezione, il rapporto andrà male e così ti convinci una nuova volta che davvero non riesci ad avere un’erezione. La volta dopo la paura di fallire sarà ancora più grande e così via… si crea un circolo vizioso.

E anche se un problema di erezione ha avuto origini fisiche (ad esempio a causa degli effetti collaterali di farmaci presi per un lungoo tempo), è molto probabile che si instauri anche una componente più mentale. Dalla mia esperienza posso confermarti che nella maggior parte delle persone che hanno problemi di erezione c’è una forte componente emotiva dietro al problema e quindi per eliminare una disfunzione erettile è sempre importante lavorare anche sul piano mentale it.wikipedia.org.

Impotenza: problema fisico o psicologico?

Spesso si pensa che le disfunzioni erettili dipendano prevalentemente da un problema fisico. E molti uomini si gettano nello sconforto perchè l’idea di “avere qualcosa che non va” nel proprio corpo crea in loro molte preoccupazioni. Dall’altro ci si affida spesso a farmaci, dai nomi commerciali molto famosi, confidando in loro la soluzione del problema.

In realtà è molto più frequente che una disfunzione erettile abbia un origine psicologica: un’insicurezza, o la propria autostima sessuale minata da esperienze negative, oppure l’ansia da prestazione. O ancora che abbia un’origine legata alla stanchezza, o ad un periodo della propria vita in cui il corpo deve far fronte a difficoltà familiari o economiche e non ha la forza per produrre un’erezione. In questo caso i farmaci servono a molto poco e i loro grandi effetti collaterali sono scarsamente controbilanciati dagli scarsi risultati. Per non parlare del loro costo.

E’ molto semplice capire se c’è un problema fisico: durante la notte nelle fasi REM del sonno (quando sogni) il pene di un uomo sano ha delle erezioni, anche se non stai sognando nulla di erotico. E’ un meccanismo normale del fisico e te ne puoi accorgere quando ti svegli di notte mentre stavi sognando, oppure alla mattina appena sveglio.
Se durante la notte il pene ha delle erezioni, allora hai la prova che non c’è nulla che non va a livello fisico e che il tuo corpo è perfettamente in grado di produrre un’erezione. Il fatto che di giorno non sia possibile è segno che c’è un blocco da qualche altra parte, ad esempio emotivo thes.bncf.firenze.sbn.it.

Se non sai se di notte hai o meno le erezioni e lo vuoi provare con certezza, puoi usare questo semplicissimo test della striscia di francobolli.

Se invece non hai erezioni durante la notte allora è molto probabile che ci sia un qualche problema fisico. In questo caso, la prima cosa da fare è parlarne col tuo medico e cercare con lui una terapia opportuna. Ma ci sono molte altre cose che puoi fare per stimolare il buon funzionamento del tuo pene ed accelerare un’evenutale cura che stai seguendo.
Esistono degli esercizi specifici che aumentano l’afflusso di sangue ai corpi cavernosi, altri esercizi che potenziano i circuiti nervosi che portano dal cervello al pene il comando di scatenare un’erezione e dei consigli dietetici e di stile di vita per prenderti cura della salute del tuo pene.

Rate this post